OK!Valdisieve

Centenario di don Milani - La riflessione di Marco Nardini

Evidente la portata rivoluzionaria del messaggio di Don Milani

  • 287
Don Milani ricordo a 100 anni dalla nascita. Don Milani ricordo a 100 anni dalla nascita. © Ok!News24
Font +:
Stampa Commenta

Ho volutamente omesso di premettere il "don" per promuovere un interrogativo: Lorenzo Milani sarebbe stato un grande anche se non fosse stato un prete?
Sarebbe certamente stato una persona eccellente. Non avrebbe avuto la medesima rilevanza sociale che ha di fatto avuto se non fosse stato un prete. La questione de "L'obbedienza non è più una virtù" non avrebbe avuto la stessa portata se a porla fosse stato un qualsiasi cittadino privo di un'investitura religiosa formale. Uno dei tre giuramenti solenni dei preti è proprio l'obbedienza (incondizionata, assoluta) ai dogmi, alla dottrina e alla struttura di governo della chiesa.
E' quindi evidente la portata rivoluzionaria del messaggio di Don Milani, di cui ognuno di noi dovrebbe, in questa ricorrenza centenaria, leggere o rileggere almeno Lettera a una professoressa e L'obbedienza non è più una virtù.

Colgo l'occasione per estendere il mio pensiero da Don Milani a tutte quelle persone che sono considerate importanti, eroiche, grandi, .....
Di persone così ce ne sono state e ce ne sono tantissime. Solo poche però godono dell'altrui considerazione che meritano.
Perché? Perché la grandezza, l'eroicità, ... assurge a valore sociale, relazionale se e solo se la socialità ha interesse a farla emergere così. La grandezza, l'eroicità, ... IN SE' ha valore spirituale ma non ne ha di sociale, relazionale.
Gli eroi sono eroi se serve che siano eroi al giudizio altrui. Diversamente sono eroi solo in sé e per sé. Ma attenzione!!! Ciò non significa lo svilimento della condizione di eroe, anzi per l'aspetto spirituale ne è l'esaltazione.

Marco Nardini

Lascia un commento
stai rispondendo a