OK!Valdisieve

Alessandro Iacchi protagonista alla Milano - Torino

Il ciclista di Rufina, protagonista di una lunghissima fuga insieme ad altri corridori. Domenica sarà sulle strade della Valdisieve e del Mugello.

Abbonati subito
  • 860
Alessandro Iacchi Alessandro Iacchi © Team Corradec
Font +:
Stampa Commenta

Si è corsa  oggi, la 104esima edizione della Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo. Un evento iconico nel calendario delle corse italiane che si svolge dal 1876. Giovanni Lissignoli di Torino vinse l'edizione inaugurale. Lissignoli è stato un ciclista professionista italiano che è stato uno dei primi pionieri di questo sport. La corsa che dallo scorso anno ha ritrovato la sua collocazione in calendario nel mese di marzo, è stato un ottimo antipasto in vista della Classicissima di primavera, la Milano-Sanremo che si correrà sabato 19 marzo. Il via da Rho per poi dirigersi verso Magenta, Novara, Vercelli, nel Canavese, a Caluso e Foglizzo. Sul percorso, piccoli saliscendi fino alla zona di Torino Nord e del Parco della Mandria. Poi i corridori hanno seguito l'imbocco della Val di Susa, prima di una discesa fino al traguardo, totalmente pianeggiante, a Orbassano.

 

Oggi in questa corsa vinta da Arvid De Kleijn (Tudor Pro Cycling), uno dei protagonisti è stato Alessandro Iacchi classe 1999 nato a Rufina. Il ciclista del Team professionistico Corradec, è stato il fautore  di una lunghissima fuga insieme ad altri 8 corridori. La fuga, per i 4 rimasti, si è conclusa purtroppo a 15km dall'arrivo. Alessandro Iacchi è reduce dalla Tirreno Adriatico, come hanno documemntato dgli amici di Mugello Sport , dove anche in questa corsa, si è distinto per delle brillanti performance sempre in occasioni di fughe. Purtroppo Alessndro non ha concluso per il meglio questa corsa per una piccola indisposizione fisica.

L'ordine d'arrivo completo

  1. Arvid De Kleijn (Tudor) in 3h59’02”
  2. Fernando Gaviria (Movistar) s.t.
  3. Casper Van Uden (Team DSM) s.t.
  4. Matteo Moschetti (Q36.5) s.t.
  5. Itamar Einhorn (Israel-Premier Tech) s.t.
  6. Nacer Bouhanni (Arkéa-Samsic) s.t.
  7. Jordi Meeus (Bora-hansgrohe) s.t.
  8. Andrea Vendrame (AG2R Citroën) s.t.
  9. Jon Aberasturi (Trek-Segafredo) s.t.
  10. Dylan Groenewegen (Team Jayco AlUla) s.t.

 

Domenica prossima 19 marzo, il corridore di Rufina, avrà l'occasione di correre nelle sue strade della Valdisieve e del Mugello in occasione dell'edizione 2023 della "Per sempre Alfredo" la corsa in ricordo dell'indimenticabile Commissario della Nazionale Italiana di Ciclismo.

La partenza dal Piazzale Michelangelo e l'arrivo a Sesto Fiorentino, città natale di Alfredo Martini, un'altra buona occasione per Alessandro Iacchi per mettere in mostra le sue notevoli doti di ciclista professionista.

Lascia un commento
stai rispondendo a