Ruba in casa della sorella ma viene incastrato e arrestato: succede in Valdisieve

Cronaca
visibility1397 - domenica 22 maggio 2022
di Martina Stratini
Più informazioni su
Ladro - furto
Ladro - furto © Pixabay

I Carabinieri della Stazione di Rufina hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall'Ufficio GIP presso il Tribunale di Firenze, nei confronti di un pluripregiudicato 44enne, di origine albanese, già detenuto in carcere a Vicenza per altra causa, ritenuto responsabile di furto aggravato in abitazione.

A seguito di un'indagine è stato ricostruito un episodio avvenuto a Rufina lo scorso Capodanno. Secondo l’ipotesi d’accusa vagliata dal GIP, l’indagato si sarebbe introdotto nell’abitazione della sorella, assente da alcuni giorni con l' effrazione di una finestra. L'uomo avrebbe poi rubato vari monili e le chiavi di un’autovettura, a bordo della quale si sarebbe poi velocemente allontanato per fare rientro in Veneto, regione in cui si era da tempo trasferito.

L’immediato allarme dato dal proprietario di casa ha tuttavia consentito subito ai Carabinieri della locale Stazione di attivare le ricerche del fuggitivo, che veniva intercettato lungo la “Direttissima” da una pattuglia della Polizia Stradale alla guida dell’auto rubata, a bordo della quale è stata rinvenuta l’intera refurtiva. La successiva attività di sopralluogo, eseguita dalla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Firenze, ha rinvenuto alcune tracce ematiche sul luogo del furto, da cui veniva poi estrapolato un profilo genetico compatibile con l’indagato. Quest’elemento, assieme ai risultati delle indagini tradizionali, ha consentito di modificare l’iniziale accusa nei confronti dell’uomo da ricettazione a furto in abitazione aggravato, facendo così scaturire il provvedimento cautelare nei suoi confronti.

Il procedimento è attualmente pendente in fase di indagini e l'effettiva responsabilità della persona destinataria della misura cautelare, in uno con la fondatezza dell’ipotesi d'accusa mossa a suo carico, saranno vagliate nel corso del successivo processo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore della persona sottoposta ad indagini.

Lascia il tuo commento
commenti