L'economia toscana dopo la pandemia: tra guerra in Ucraina e crisi energetica

Il rapporto Irpet

Attualità
visibility26 - giovedì 28 aprile 2022
di Redazione Ok!Valdisieve
Più informazioni su
Economia
Economia © N. C.

Rincari energetici e guerra in Ucraina spingono al ribasso la ripresa dopo la pandemia, che l’anno scorso aveva sorpreso tutti, positivamente, con un Pil toscano cresciuto nel 2021 del 6,2 per cento. Della complicata ed incerta congiuntura parleranno economisti, categorie e sindacati nel corso della presentazione del rapporto dell’Irpet “Fra guerra e crisi energetica: come cambio lo scenario del 2022?” in programma giovedì 28 aprile dalle 9.30 alle 12 nella sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati in piazza del Duomo 10 a Firenze, sede della presidenza della Regione. 

L’istituto di programmazione economica toscano racconterà con numeri e dati l’attuale situazione, le sfide globali e locali della transizione ecologica e gli altri nodi, strutturali, dell’economia toscana  da sciogliere, dallo squilibrio demografico che pesa sul welfare al rilancio degli investimenti. 

La mattinata sarà aperta con i saluti di Mauro Quercioli, presidente del Comitato di indirizzo e controllo dell’Irpet. A seguire il direttore dell’istituto, Nicola Sciclone, spiegherà il rapporto, per poi lasciare la parola all’intervento di Simone Borghesi, direttore della Florence School od Regulation Climate.  Attorno alle 10.30 è attesa una tavola rotonda con la segretaria della Cgil Toscana Dalida Angelini, il presidente di Confindustria Toscana Maurizio Bigazzi, il presidente di Confartigianato Imprese Toscana Luca Giusti, il vicepresidente di Confesercenti Toscana Alessio Lucarotti, la vicepresidente vacaria di Confcommercio Toscana Francesca Marcucci, il segretario della Uil Toscana Paolo Fantappiù, il segretario della Cisl Toscana Ciro Recce e il presidente di Cna Toscana  Luca Tonini. 

Le conclusioni, attorno alle 12, sono affidate al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. 

Il convegno potrà essere seguito in presenza registrandosi, fino ad esaurimento dei posti disponibili, al link https://forms.gle(vGtKw2G1x8jBqH927. I lavori potranno comunque essere seguiti anche da remoto in diretta streaming sulla pagina facebook di Irpet. 

Lascia il tuo commento
commenti