Biodigestore di Selvapiana, Confesercenti Valdisieve: "E' la strada giusta. Guarda al futuro"

Attualità
visibility346 - martedì 12 aprile 2022
di Martina Stratini
Più informazioni su
Confesercenti Valdisieve
Confesercenti Valdisieve © Confesercenti Valdisieve

Un progetto che guarda al futuro, potenziare un’area come quella di Selvapiana dove già esiste una struttura per il trattamento dei rifiuti; questo significa creare un vero e proprio distretto", questo il commento di Nilla Tari, Presidente Confesercenti Valdisieve sul progetto del nuovo biodigestore nella località di Selvapiana.

 “Se vogliamo affrontare - continua - in maniera costruttiva il tema dei rifiuti è necessario superare il paradigma del ‘non a casa nostra’Vista la situazione di profonda crisi nella quale vertono le nostre imprese ed i costi delle utenze (e non solo…) sempre più gravosi, la realizzazione di un nuovo impianto che tratta i rifiuti organici urbani trasformandoli in prodotti che favoriscano l’economia circolare nel settore agricolo ed industriale, ci consentirà probabilmente di abbassare i costi ai cittadini ed alle imprese che lavorano sul territorio.”

Ed allora - conclude Tari - è quello che serve, soprattutto se non si parla di termovalorizzatore, ma di un impianto di trasformazione dei rifiuti organici urbani che non genera rumori né odoriPer Confesercenti è la strada giusta; determinante è anche la sistemazione dell’area a servizio del nuovo ‘distretto’, con interventi sulla viabilità per garantire massima fruibilità e sicurezza.”

Lascia il tuo commento
commenti