OK!Valdisieve

I 350 anni dalla morte del noto poeta e traduttore Bartolommeo Corsini

A Barberino di Mugello, una serie di iniziative che per quattro giorni omaggeranno la sua figura

Abbonati subito
  • 147
il 22 marzo 2023 alle ore 18:00
350 anni Bartolomeo Corsini 350 anni Bartolomeo Corsini © NB
Font +:
Stampa Commenta

Il 24 marzo 2023 ricorrono i 350 anni dalla morte del noto poeta e traduttore Bartolommeo Corsini che nacque proprio a Barberino agli inizi del 1600. A lui sono intitolati il Corso ed il Teatro comunale, ma a Barberino in pochi conoscono il suo vissuto, la sua arte, le sue opere. Per celebrare questa ricorrenza l’Amministrazione del Comune di Barberino ha voluto promuovere una serie di iniziative che per quattro giorni omaggeranno la sua figura, ma che serviranno anche per conoscere più da vicino quella che era la Barberino del ‘600 rispolverandone le ricette, le musiche e gli stili di vita.

“In questi anni, commenta l’Assessore alla cultura del Comune di Barberino Fulvio Giovannelli, il filo rosso che lega molte delle iniziative dell’assessorato alla cultura è stato proprio la riscoperta e la maggiore conoscenza delle radici del nostro paese. Dalla riapertura al pubblico del Castello alle varie pubblicazioni sulla storia di Barberino, dalla ricerca sulle chiese di tutto il territorio alle iniziative per e con il grande scultore nostro concittadino Giuliano Vangi, abbiamo sempre cercato di offrire ai cittadini occasioni per non dimenticare quello che siamo stati: riscoprire e rispolverare le nostre origini, le nostre tradizioni, il nostro patrimonio culturale; occasioni necessarie per mantenere e rafforzare la nostra identità.

Le iniziative che abbiamo organizzato in questa quattro giorni, vogliono dare la possibilità non solo di conoscere meglio il personaggio di ‘Bartolommeo Corsini’  ma anche la Barberino del ‘600, i modi di vita del tempo, le sue musiche, il suo cibo, e gli eventi che hanno caratterizzato il nostro paese, durante la vita del poeta. Rivolgo quindi un particolare invito a tutta la popolazione e a tutte le associazioni barberinesi, affinché partecipino attivamente all’iniziativa, sia allo spettacolo teatrale, che ha ingresso gratuito, che alle conferenze che si terranno in Palazzo pretorio”.

 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a