OK!Valdisieve

Arrestato giovane 17enne per tentata rapina a Firenze: la cronaca dell'evento e le indagini dei Carabinieri

L'indagato è stato coinvolto in un grave episodio di tentata rapina aggravata

Abbonati subito
  • 130
Arresto Arresto © Carabinieri
Font +:
Stampa Commenta

Nella giornata di ieri, 07 settembre 2023, le forze dell'ordine hanno compiuto un passo significativo nella ricerca della giustizia, arrestando un giovane di 17 anni di origini magrebine. Il ragazzo è stato sottoposto a custodia in un istituto penale per minorenni in seguito all'esecuzione di un'ordinanza di applicazione di misura cautelare, nell'ambito di un'indagine condotta dai Carabinieri della Stazione di Firenze Santa Maria Novella. L'indagato è stato coinvolto in un grave episodio di tentata rapina aggravata, che ha avuto luogo il 28 giugno scorso e ha avuto come vittima un anziano di 74 anni.

La vittima dell'aggressione, un uomo anziano, stava facendo una tranquilla passeggiata mattutina con il suo cane nella suggestiva Piazza Vittorio Veneto, intorno alle 10 del mattino. In modo del tutto inaspettato, il 74enne è stato avvicinato da un giovane, successivamente identificato come il 17enne indagato, il quale, dopo essersi procurato due bastoni di legno, ha brutalmente aggredito l'anziano. Gli attacchi sono stati perpetrati in diverse parti del corpo, inclusa la testa, il torace e le braccia, poiché la vittima cercava disperatamente di difendersi e proteggersi.

L'aggressore ha minacciato l'anziano, esigendo che gli consegnasse il portafogli e il telefono cellulare. Nonostante i suoi sforzi, il malvivente non è riuscito a ottenere nulla di ciò che cercava, e ha prontamente fatto ritorno alla fermata della tramvia nelle vicinanze per fuggire dalla scena del crimine.

A causa delle ferite subite e delle violente aggressioni, la vittima è stata immediatamente trasportata al vicino presidio ospedaliero. Qui, è stata giudicata guaribile, ma con un lungo periodo di recupero stimato in 35 giorni.

Le forze dell'ordine, una volta venute a conoscenza dell'incidente, hanno prontamente avviato un'indagine, che ha portato a risultati significativi in un breve periodo. Le immagini delle telecamere di sorveglianza comunale hanno fornito elementi cruciali per l'identificazione del giovane aggressore, mentre le testimonianze dei presenti hanno contribuito a ricostruire l'accaduto in modo più dettagliato.

Attualmente, il 17enne si trova presso l'Istituto Penale Minorile "Meucci" di Firenze, dove attende l'esito delle indagini e del processo legale per stabilire la sua colpevolezza nei confronti dell'accusa di tentata rapina aggravata. La comunità locale osserva con attenzione lo sviluppo del caso, mentre le autorità giudiziarie si preparano a valutare le prove e le testimonianze presentate per giungere a una sentenza equa e giusta.

Questo triste episodio di violenza dimostra l'importanza del lavoro delle forze dell'ordine e della cooperazione della comunità nel garantire la sicurezza pubblica e nel perseguire coloro che violano la legge. La speranza è che questo giovane possa essere riabilitato attraverso il sistema di giustizia minorile e ricevere l'opportunità di correggere il suo comportamento, mentre la vittima si riprende e cerca di superare le terribili conseguenze di questa aggressione.

Lascia un commento
stai rispondendo a