Pontassieve, Lega e M5S: "Grave gesto di VIT ma peggio il silenzio della Presidente del Consiglio!"

Valdisieve in Transizione avrebbe chiesto l'autoconvocazione dell'Osservatorio Rifiuti Zero suscitando polemiche. I consiglieri avrebbero chiesto una risposta di Betulanti che però non sarebbe arrivata.

Politica
visibility735 - giovedì 08 aprile 2021
di Martina Stratini
Più informazioni su
Simone Gori, Movimento 5 Stelle Pontassieve e Cecilia Cappelletti di Lega Salvini Pontassieve
Simone Gori, Movimento 5 Stelle Pontassieve e Cecilia Cappelletti di Lega Salvini Pontassieve © Ok!Valdisieve

Negli ultimi giorni un episodio a Pontassieve che ha visto coinvolti un movimento locale, il Consiglio comunale e la Presidente del Consiglio Betulanti ha generato caos a livello politico. 

In particolare Cecilia Cappelletti, capogruppo di Lega Salvini Pontassieve, ed il capogruppo del Movimento 5stelle Simone Gori hanno puntato il dito contro il movimento Valdisieve in Transizione e la Presidente del Consiglio comunale Martina Betulanti. Il primo in quanto, secondo i due gruppi, con tale gesto avrebbe scavalcato la legittimità dell'Intero Consiglio comunale. I capigruppo, tuttavia, ritengono "ben più grave" l'assenza di una risposta a tale gesto da parte della Presidente in quanto "delegittimi la figura del Consiglio comunale". Per tale motivo i due gruppi hanno fatto sapere ad Ok!Valdisieve che presenteranno al prossimo Consiglio una mozione per chiedere le dimissioni di Betulanti. 

Questo il racconto, secondo la versione di Cappelletti e Gori, di quanto accaduto e le loro motivazioni a tale decisione:

 

"Nel dicembre 2019 il Consiglio comunale di Pontassieve ha approvato la delibera per l’adesione alla “Strategia Rifiuti Zero” unitamente ad una bozza di Regolamento dell’Osservatorio da definire nei tre mesi successivi; nella seconda commissione, abbiamo proposto che di tale Osservatorio facesse parte anche l’opposizione, così come avviene in molti altri comuni che hanno adottato questa strategia. Il regolamento è stato “magicamente” tolto dall’ordine del giorno della commissione e mai più ripresentato in consiglio.

In data 18/03 u.s. tutti i consiglieri, Sindaco e Giunta, hanno ricevuto una mail da Valdisieve in Transizione, sottoscritta dal sig. Lorenzo Ciacciavicca, con  la quale venivamo informati – bontà loro-  che era stata autoconvocata per il prossimo 12 aprile la prima riunione dell’Osservatorio Rifiuti Zero, organo la cui composizione viene dagli stessi convocanti decisa!!

Ritenendo tale email, pur nella sua assurdità, lesiva della funzione consiliare, nell’ultima conferenza capigruppo del 26/03 u.s., tutti i capigruppo all’unanimità hanno dato incarico alla Presidente del Consiglio Martina Betulanti di rispondere a Valdisieve in Transizione a nome dell’intero del Consiglio.

Alla nostra richiesta di conoscere la risposta inviata dalla Presidente al sig. Ciacciavicca, la stessa ci ha informati che sentiti il Segretario comunale e gli uffici (!!) non ravvisava la necessità di una risposta a sua firma.

A prescindere dal significato di “sentire Segretario e uffici” in merito ad una decisione politica, che già ci lascia perplessi, riteniamo che tale mancanza delegittimi la figura e la funzione del Consiglio comunale e sia ben più grave dell’autoconvocazione di Valdisieve in Transizione perché fatta dal primo rappresentante del consiglio comunale che svilisce il ruolo e la funzione degli eletti dai cittadini.

Pertanto, dinanzi a tale grave omissione, presenteremo una mozione con cui chiederemo le dimissioni della Presidente del Consiglio per non avere tutelato la dignità ed il ruolo del Consiglio Comunale, così come è richiesto dall’art. 8 del Regolamento del Consiglio; regolamento che invitiamo la Presidente Betulanti a leggere! 

Cecilia Cappelletti , capogruppo Lega Salvini Pontassieve 

                               Simone Gori Capogruppo Movimento 5 Stelle"

Lascia il tuo commento
commenti