Coronavirus, non ce l'ha fatta la farmacista Fiorella. Rignano si stringe nel dolore

Cronaca
visibility6138 - sabato 28 marzo 2020
di Martina Stratini
Più informazioni su
Fiorella Galanti
Fiorella Galanti © Comune di Rignano sull'Arno

Non ce l'ha fatta la Dott.ssa Fiorella Galanti.

Per anni il cuore della Farmacia Pratellesi a Rignano sull'Arno nella quale lavorava e della quale è stata titolare fino al momento del passaggio di testimone al figlio Claudio Massai. Nel 2012 le era stato anche conferito il Premio delle Tre Corone per le "indiscusse virtù umane, un’eccellente competenza nello svolgimento della sua lunga attività professionale di farmacista, mostrando un attento e dedito operato nei confronti dell'intera comunità rignanese e portando concreti benefici a tutta la cittadinanza. Tale benemerenza è annunciata annualmente dall’Amministrazione comunale in concomitanza con il giorno del patrono, San Leolino.

Fiorella lascia il marito Mauro, Claudio e due fantastici nipoti. A portarla via dalla sua famiglia ad una sola settimana dal ricovero in ospedale il maledetto COVID-19 dove assieme al marito era arrivata in condizioni già critiche.

Amata e ben voluta da tutto il paese, la Dott.ssa Galanti lascia alla comunità di Rignano un vuoto enorme. Molti i messaggi di cordoglio già giunti da compaesani, colleghi e amici. Un grido all'unisono che si alza in Cielo dicendo "Fiorella, ci mancherai".

"La Dott.ssa FIORELLA è tornata alla Casa del Padre.

Indelebile è il segno che la sua vita

di Farmacista al servizio del paese
lascia in tutti noi.

La famiglia ne da il doloroso annuncio sorretta dalla sua testimonianza di Fede vissuta pienamente in serenità fino alla fine.

In ognuno di noi rimane l’amore trasmesso con un consiglio al banco,
con una parola di amica e
col suo esempio di mamma."

E' con queste parole che la Farmacia Pratellesi ha dato il triste annuncio, sottolineando i suoi tre ruoli principali portati avanti con costanza e successo, nel nome della Fede in cui credeva profondamente, allo stesso modo: lavoratrice, amica e mamma.

Profondo cordoglio anche da parte dell'Amministrazione Comunale di Rignano nel nome del Sindaco Daniele Lorenzini, che ha così commentato il triste annuncio:

" Le parole con cui le abbiamo consegnato il premio oggi risuonano ancora più forti: un riconoscimento importante a una persona dotata di indiscusse virtù umane, con un’eccellente competenza nello svolgimento della sua lunga attività professionale di farmacista che ha sempre mostrato un attento e dedito operato nei confronti dell'intera comunità rignanese portando concreti benefici a tutta la cittadinanza. La voglio ricordare con alcune immagini di quella giornata, per sigillare ancora un lungo rapporto umano e di amicizia che porterò con me per sempre. Fiorella mi mancherai, Fiorella ci mancherai."

A stringersi nel lutto anche l'ASD calcistica VIGOR di cui Massai è Presidente e fondatore, che con un messaggio sulla propria pagina Facebook ha voluto virtualmente unirsi al proprio Presidente e tutta la sua famiglia in un grande abbraccio per la dolorosa scomparsa della mamma Fiorella.

A questo abbraccio virtuale si unisce anche la redazione di Ok!Valdisieve tutta.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sandro Fantoni ha scritto il 29 marzo 2020 alle 16:28 :

    Sentite condoglianze, Rispondi a Sandro Fantoni

  • Maurizio Pardi ha scritto il 29 marzo 2020 alle 16:19 :

    Ieri dispiaciuto alla fine del commento mi sono dimenticato di fare le condoglianze alla famiglia scusatemi ed accettatele oggi Rispondi a Maurizio Pardi

  • Luca Pardi ha scritto il 29 marzo 2020 alle 16:13 :

    Vorrei esprimere, a nome di tutta la famiglia Pardi, la partecipazione al dolore della famiglia e dei colleghi per la morte della dott.ssa Fiorella Galanti che ricordiamo con stima, affetto e sincera riconoscenza. Luca , Maurizio, Francesco Pardi e Teresa Mondaini. Rispondi a Luca Pardi

  • Barbara Poggesi ha scritto il 28 marzo 2020 alle 21:18 :

    Ciao Fiorella! Sei stata la mia maestra...mi hai insegnato ad ascoltare le persone che prima che dei clienti sono persone bisognose spesso disperate...rimarrai sempre nel mio cuorr Rispondi a Barbara Poggesi

  • Maurizio Pardi ha scritto il 28 marzo 2020 alle 20:48 :

    E come potrei dimenticarla! Una signora così gentile e premurosa che sempre invariabilmente si informava sulla salute di mamma e di zia e quando mia sorella stava male si faceva in quattro per procurargli quelle cure difficili da trovare. Sono veramente dispiaciuto! Rispondi a Maurizio Pardi