OK!Valdisieve

Scrive un diario di malattia, la figlia lo eredita e oggi è un libro: dalla Valdisieve "il lieto fine" di mamma Paola

Esce "L'ospite indesiderato", un’opera postuma scritta da Paola Morandi e pubblicata a cinque anni dalla morte grazie alla figlia Martina

  • 4543
Paola Morandi assieme al marito Claudio Masi e la figlia Martina il giorno del loro matrimonio Paola Morandi assieme al marito Claudio Masi e la figlia Martina il giorno del loro matrimonio © OK!Valdisieve - Riproduzione riservata
Font +:
Stampa Commenta

Ci sono storie belle che, a differenza delle favole, non hanno un lieto fine. Quella della rufinese Paola Morandi ha avuto un lieto fine, però, grazie alla figlia Martina che ha fatto di tutto affinché la storia di mamma Paola fosse utile per quelle famiglie che, come loro, hanno vissuto o stanno vivendo "un ospite indesiderato": il cancro.

Per 10 anni Paola ha combattuto con un raro cancro al cervello, il cosiddetto “ospite indesiderato”, che ha bussato alla sua porta quando aveva 35 anni, un fidanzato con cui stava per sposarsi ed una figlia di appena 4 anni. Un medullo-blastoma alla testa, caso rarissimo negli adulti a cui Paola - che risiedeva a Contea, nel Comune di Rufina - non ha mai concesso un centimetro di spazio. "Era un' infermiera, amava i suoi pazienti e tutti la adoravano. Sapeva cosa significava necessitare di aiuto e faceva di tutto per dare loro tutte le cure e l'affetto che avrebbe voluto per lei", spiega la figlia Martina ad Ok!Valdisieve. Paola, nonostante la malattia, non ha smesso di lavorare fino agli ultimi anni della malattia quando l'aggravamento delle condizioni non le ha permesso di mantenere l'abilitazione lavorativa. 

"Durante i lunghi anni di malattia mamma ha scritto a penna una sorta di diario. Ha iniziato qualche mese dopo la prima operazione al cervello, durante la convalescenza. Un diario che ha un lieto fine che, però, non viene purtroppo avverato. Il grande sogno di mia madre, di vedermi crescere e di vincere la battaglia contro il suo ‘ospite indesiderato’, non si è realizzato. Il 26 dicembre 2017, alla precoce età di 43 anni, dopo un’intensa lotta durata dieci anni, la mamma ci ha lasciati, circondata dall’amore e dall’affetto dei suoi familiari, lasciando però un vuoto incolmabile”, ci spiega visibilmente emozionata Martina. Il sogno nel cassetto di Paola era inizialmente quello di riuscire un giorno a pubblicare queste pagine. Sogno che, grazie alla figlia Martina, oggi a distanza di cinque anni dalla sua morte è realtà: tre giorni fa è uscito il libro di Paola "L'ospite indesiderato". 

Si tratta di un'opera postuma pubblicata per volontà della figlia Martina Masi, che ha ereditato i testi dal padre Claudio e ha curato l’editing del volume corredandolo anche con una Premessa ed una postfazione scritte da lei stessa. Il testo contiene il racconto in prima persona da parte di Paola, sotto forma di diario, della battaglia che ha portato avanti per dieci anni. La copertina riporta il disegno realizzato dalla stessa Paola durante la stesura dei testi.

"Mamma, cosciente che non sarebbe riuscita nella pubblicazione, aveva affidato il diario a mio padre per poi passarmelo al compimento dei miei diciotto anni. Sapevo dell'esistenza di questo scritto ma è stato un lavoro lungo, introspettivo e non è stato semplice giungere alla decisione di pubblicarlo. E' ricco di emozioni e non è stato facile neanche finirlo di leggere ma questa estate ho preso coraggio, l'ho letto e grazie anche a mio cugino Riccardo siamo arrivati alla pubblicazione in proprio", racconta Martina.

Martina, che oggi frequenta il primo anno di Scienze Infermieristiche ha deciso di pubblicarlo, attualizzando il volume con i testi di Premessa, Post Fazione e Ringraziamenti. Un lavoro attento e curato ha riguardato anche la revisione di tutto lo scritto da parte di Martina insieme alla sua professoressa d’italiano delle scuole superiori Rossella Nardi e al cugino Riccardo Clementi, giornalista e scrittore che già a suo tempo aveva rivisto i testi con Paola e che adesso ha scritto un Pensiero di prefazione. 

Il libro, al momento edito in proprio da Martina Masi, esce per questo Natale 2022 in memoria di Paola che se ne andò proprio nei giorni di Natale del 2017. È possibile acquistare il volume, che si compone di 45 pagine, al prezzo di 10 euro (email: [email protected]). Il ricavato andrà in beneficenza per la ricerca sulla lotta al cancro.

“Crescere con una persona malata di cancro non è facile, crescere con una madre malata di cancro sembra impossibile. – scrive Martina nella Premessa – Eppure oggi, dopo 15 anni, sono qua nel mio giardino a cercare le parole per descrivere le contrastanti emozioni che mi hanno fatto prendere l’ardita decisone di pubblicare il libro di mia madre, un diario in cui lei narra la scoperta del suo ospite indesiderato e il modo in cui lo ha affrontato. È il racconto di una donna forte che ha lottato fino all’ultimo per vivere e che non si è data per vinta quando tutti la davano per spacciata. A distanza di quasi cinque anni dalla sua morte, io, Martina, sua figlia, mi sono presa l’incarico di realizzare uno dei suoi grandi sogni, la pubblicazione della sua storia e della sua più grande lotta, certa di tenere vivo il suo ricordo e il suo amore. Spero che questo libro possa aiutare persone che vivono la stessa situazione, poiché leggendolo potranno non sentirsi sole, ma trovare il coraggio per non mollare, resistere, vivere!”. 

Lascia un commento
stai rispondendo a