OK!Valdisieve

Dante Ghibellino conclusa la trentunesima edizione. Premiato Luca Santini

  • 335
Tamburini in Piazza Tamburini in Piazza © LB
Font +:
Stampa Commenta

Quest’anno il premio Dante ghibellino 2022 è andato a Luca Santini, Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Con una nota l’Amministrazione di San Godenzo motiva la scelta: per il costante supporto fornito alle iniziative promosse da questa Amministrazione Comunale e per l’impegno nella valorizzazione e promozione del nostro territorio e delle nostre tradizioni. La tutela dell'ambiente e delle persone che vi abitano sono le finalità principali del Parco Nazionale, ma se, al perseguimento di tali finalità, si aggiungono anche la lungimiranza e lo spirito di collaborazione con le istituzioni di cui il Dott. Santini ha dato prova, i risultati non possono che essere eccezionali. Dai progetti con la Scuola Primaria, passando per le manifestazioni culturali e folcloristiche, fino ad arrivare a “Terre degli Uffizi” e al Bando Borghi, la presenza costante, l'affiancamento e l'aiuto del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e del Suo stimato Presidente, non è mai venuta meno e si auspica che questa proficua collaborazione ci accompagni ancora a lungo”.

Alta la partecipazione a tutto l’evento incentrato sul Convegno Dantesco  ‘Convertire gli affetti. Sulle orme di Dante nel purgatorio’ a cura del Professor Giussepe Marrani dell’Università Stranieri di Siena e ‘Dante esule’ con il professor Pietro  Cataldi dell’Università Stranieri di Siena. Ben riuscita anche la sfilata con il banchetto medievale curato dal gruppo Sportivo di San Godenzo  e lo spettacolo artistico teatrale ‘Dell’Arte Contagiosa’ a cura di Marina Mariotti.

L’Amministrazione è soddisfatta dell’edizione appena conclusa del Dante Ghibellino 2022. Nel 2019, al primo evento gestito dal nuovo sindaco, Emanuele Piani, il Sindaco parlò di :“Il Dante ghibellino 2019 segna il primo passo verso un cammino che potrebbe offrire nuove opportunità al piccolo paese montano,”. A distanza di tre anni l’opportunità si è creata con la vincita del progetto Bando Borghi che porterà grandi novità in ambito artistico culturale per il piccolo paese: la ristrutturazione della Villa trecentesca Del Campana con la nascita di un polo museale all’interno di San Godenzo. Una grande soddisfazione per l’Amministrazione e il paese intero.

Domenica 3 luglio alle ore 17,30 il Sindaco ha presentato il libro promosso dall’Amministrazione ‘1302. L’inizio di tutto’ di Sandra Giachi, Nicoletta Agricoli e Lorenzo Pieri (vedi foto), un libro fotografico dove le immagini raccontano il territorio e la sua storia; “un documento fotografico ricco di scatti fantastici capaci di narrare Dante e il suo cammino nei nostri boschi”.

Altre iniziative legate ai festeggiamenti del Dante Ghibellino si terranno nelle prossime settimane. Ricordiamo il concerto con l’Orchestra Metropolitana Fiorentina domenica 10 luglio alle ore 21.00 in piazza Don Bosco; la presentazione dei libri danteschi ‘Che si chiama Acquacheta suso’ di Quinto Cappelli; Dante in Mugello di Alfredo Altieri; La Divina Commedia –inferno graphic poema di Emiliano Guazzone; Dante e i fuochi dell’Appennino ricerca di Antonio Raschi (CNR); ‘Condannato a morte. Il viaggio di Dante tra Toscana e Romagna’ di Riccardo Nencini.

Il ringraziamento dell’Amministrazione vanno a tutti i partecipanti, alle associazioni, ai volontari che hanno reso possibile quest’edizione.

Lascia un commento
stai rispondendo a