OK!Valdisieve

Incontri nelle frazioni a Reggello. L'opposizione bacchetta: "Ne mancano tre all'appello. Perché?"

La Giunta comunale di Reggello ha avviato un percorso di incontro e di ascolto nelle frazioni ma all'appello ne mancano alcune. Cosa ne pensa l'opposizione

  • 172
Opposizione Reggello Opposizione Reggello © Ok!Valdisieve
Font +:
Stampa Commenta

La Giunta comunale di Reggello, presieduta dal Sindaco Piero Giunti, ha avviato nelle scorse settimane un percorso di incontro e di ascolto dei cittadini delle frazioni del Comune. "A quanto pare però l'Amministrazione ne ha dimenticate alcune per strada.", a denunciare l'accaduto sono i Consiglieri Comunali di minoranza: Il capogruppo di Fratelli d'Italia Oleg Bartolini, la capogruppo Veronica Nenci e la consigliera Virginia Calcinai della Lista civica Nenci e il Capogruppo Gabriele Cicogni.

"Abbiamo appreso con piacere - dichiarano i Consiglieri di minoranza - l'avvio da parte dell'Amministrazione di un percorso di ascolto dei cittadini delle Frazioni del nostro Comune, le quali a nostro avviso rappresentano l'identità del nostro territorio ed una grande risorsa. Tuttavia però ci siamo accorti che qualcosa non andava. Nel calendario degli incontri mancano all'appello le frazioni di Sant'Ellero, Vallombrosa e Saltino. Ci appare evidente come il modus operandi di questa Amministrazione sia totalmente legato al ritorno elettorale che possono ricavare da questi incontri, dal momento in cui ad esser state "perse per la strada" sono proprio le frazioni con il minor numero di abitanti ma che paradossalmente, e qui pensiamo a Saltino e Vallombrosa, sono (o dovrebbero essere) le più attrattive dal punto di vista turistico e culturale."

"Il Sindaco Giunti nell'ottobre 2021, poco dopo il suo giuramento, affermava a mezzo stampa che le 13 frazioni del Comune sarebbero cresciute insieme. Affermazioni invecchiate male viene da dire poiché ci pare alquanto improbabile che chi non riesce neanche a contare il numero delle frazioni che compongono il Comune ma bensì ne dimentica (di proposito o meno non ci è dato saperlo) alcune, riesca a garantire una crescita unita e condivisa di esse. Consigliamo per questo al Sindaco Giunti e all'Assessore con delega alle Frazioni di studiarsi bene l'art. 4 dello Statuto Comunale, di scusarsi e di organizzare al più presto un incontro con le frazioni dimenticate.", concludono Bartolini, Calcinai, Cicogni e Nenci

Lascia un commento
stai rispondendo a