Fiorino Innovazione 2021. Menzione speciale a OKMissDora, il cashback solidale

Viva soddisfazione degli ideatori del sistema di "Cashback solidale" tramite l'innovativa APP di OKMissDora insignito al massimo riconoscimento di Confindustria e Confartigianato

Società
visibility185 - mercoledì 15 dicembre 2021
di Redazione
Fiorino dell'innovazione
Fiorino dell'innovazione © OK!Firenze

Un idea che nasce dalla volontà di rivitalizzare i quartieri cittadini attraverso un sistema virtuoso di economia circolare. Per questo motivo è stata assegnata una menzione speciale per Ok Miss Dora al Premio “Fiorino Innovazione 2021” il riconoscimento per l’innovazione nei servizi, ideato da Confartigianato Imprese Firenze e Confindustria Firenze che quest’anno giunge alla seconda edizione. L’app di cashbak solidale che, proprio a partire da un progetto pilota sul Quartiere 4, unisce in un progetto di economia circolare territorio, negozi di vicinato e associazioni e che vede come media partner l’importante collaborazione del nostro quotidiano OKFirenze.com e la rivista digitale di quartiere IsolottoLegnaia.it, è stata insignita oggi dalle due associazioni di categoria al Nana Bianca, lo spazio di coworking di San Frediano.

«Siamo particolarmente onorate di questa menzione – commentano Francesca Maleci e Gloria Ballariano, le due founder di Miss Dora Srl – Ma ancora più siamo felici di vedere quante startup, come noi oggi,  vanno in una direzione, dopo le nuove consapevolezze affiorate dall’emergenza Covid. Innovare non sempre vuol dire stravolgere, anzi: talvolta, si ottengono migliori risultati mettendo in relazione le risorse che già si hanno e che costituiscono un patrimonio enorme, che deve solo essere ripensato. Quando questo patrimonio poi sono le nostre botteghe sotto casa, il nostro quartiere, l’associazionismo con le sue mille iniziative che mantengono vivi i rioni, allora è background irrinunciabile e da non disperdere.  Le zone rosse, arancioni, gialle, i lockdown, le “attività motorie” intorno all’isolato ci hanno fatto riscoprire un mondo, sono state il motore di una rivalorizzazione dell’iperlocale. OKMissDora vuole essere proprio questo: tecnologia a servizio di una tradizione, di una storia, di un territorio».

Presente alla premiazione anche Saverio Zeni, editore di OKNews24.it che comprende oltre a OKFirenze anche i quotidiani digitali della provincia di Firenze quali Okmugello.it e okvaldisieve.it, nonchè project manager della star-up Miss Dora che dichiara:

"Tale riconoscimento premia l'impegno a voler perseguire un progetto di business che affonda le proprie radici nel contesto sociale e solidale. OKMissDora il cashback solidale permette di produrre benefici sia per i cittadini che le associazioni del territorio, riuscendo al tempo stesso a sostenere il commercio di vicinato."

I vincitori del Fiorino Innovazione 2021

 Il primo premio è stato assegnato startup Isendu, il cui CSO è oggi Richard Belluzzo, già President e Chief Operating Officer di Microsoft, e curatore della progettazione dell’intera linea Xbox, è composta da un team fiorentino ed è dislocata in tre poli: Firenze, Milano e Terni, dove è presente la sede legale. La startup aiuta gli e-commerce a crescere attraverso una più efficace gestione delle spedizioni e delle vendite online. Sono stati consegnati anche premi speciali per HM Cyber Security, Vino.com, Bcc, Storie di Firenze e Nana BiancaMenzioni speciali e una menzione speciale anche per Book Dealer

L’iniziativa – realizzata col patrocinio del Comune di Firenze e della Camera di Commercio di Firenze e con il sostegno della Scuola di Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali “Piero Baldesi” e Murate Idea Park – ha lo scopo di valorizzare le iniziative innovative, a prescindere dal contenuto tecnologico dell’innovazione stessa, che hanno avuto un impatto significativo sulla città di Firenze: sono state così premiate le migliori esperienze realizzate nei settori dell’industria, artigianato, commercio e servizi, dell’università, della Pubblica amministrazione e del terziario.

“Siamo lieti – ha sottolineato il presidente di Confartigianato Imprese Firenze Alessandro Vittorio Sorani – che il Fiorino all’innovazione sia giunto alla seconda edizione. Dopo la pausa a causa della pandemia torniamo con la volontà di premiare le realtà più innovative sul territorio. Parliamo di aziende innovative non soltanto sotto il profilo tecnologico ma anche sotto il profilo della metodologia di promozione e sotto l’aspetto della comunicazione. È un premio che per noi è particolarmente importante in questa fase perché ci siamo detti in più di un’occasione che l’innovazione è la chiave per poter ripartire. Il contesto attuale ha in un certo senso selezionato imprese, mondo del sociale, istituzionali: le ha selezionate soprattutto sulla capacità di innovare, di essere presenti sul mercato con tecnologie avanzate ma anche con metodologie di comunicazione diverse. Siamo molto contenti che anche quest’anno abbia aderito il Comune di Firenze e la Camera di commercio a questa importante manifestazione promossa da Confartigianato e Confindustria”.

“L’innovazione è una precondizione per una ripartenza adeguata alle straordinarie potenzialità di Firenze – ha aggiunto Lapo Baroncelli, vice presidente di Confindustria Firenze -. Questo territorio, che storicamente rappresenta una delle piattaforme manifatturiere più importanti di Europa, ha la necessità di consolidare il proprio posizionamento con una innovazione continua di prodotto, processo e mercato. E’ anche con iniziative come questa che possiamo valorizzare e incentivare quel genio creativo e quello spirito di intraprendenza che sta alla base di ogni iniziativa imprenditoriale; le startup premiate ne sono un esempio importante”.

“Il Covid – ha detto l’assessore all’innovazione e smart city del Comune di Firenze Cecilia Del Re – ci ha fatto capire quanto è importante avere a disposizione strumenti e canali innovativi per affrontare in modo resiliente ogni tipo di cambiamento. Dobbiamo investire sempre di più sull’innovazione, in tutti i settori, in modo da valorizzare le esperienze realizzate da istituzioni, industria, artigianato, commercio e servizi, proprio come fa il Fiorino dell’Innovazione. E’ un riconoscimento che apprezzo molto e che in città mancava”.

Lascia il tuo commento
commenti