Mostra e convegno sul Muraglione a Terra del Sole

Cultura
visibility15 - venerdì 21 febbraio 2020
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
La cerimonia del 19 ottobre 2019 sotto  la lapide restaurata sul passo del Muraglione
La cerimonia del 19 ottobre 2019 sotto la lapide restaurata sul passo del Muraglione © Aldo Giovannini

Dopo la bella e significativa cerimonia dì inaugurazione (sabato 19 ottobre 2019) della grande lapide collocata sul muro che delimita la strada in cima al passo del Muraglione, completamente recuperata e restaurata, lapide che ricordava l’apertura del Passo del Muraglione nel 1836, e successivamente la grande mostra nella sala del Consiglio Comunale di Dicomano (sabato 9 novembre 2019), inerente a tante immagini iconografiche dell’epoca, ci giunge notizia che sabato prossimo 29 febbraio 2020, avrà luogo nel palazzo Pretorio di Castrocaro Terme e Terra del Sole (piazza D’Armi 2, Terra del Sole), un convegno dal titolo “1836 – Ecco Il Muraglione che unisce la nuova strada provinciale di Romagna”.

La prima sessione, come sopra scritto avrà luogo sabato 29 febbraio 2020, alle ore 11, con l’apertura della mostra dove verranno esposti importanti documenti provenienti dagli archivi comunali della Romagna Toscana e del Mugello, dalla Collezione Foscolo Lombardi, dall’Archivio di Stato di Firenze, con il seguente programma; Saluto delle autorità; Marianna Tonellato, sindaca di Castrocaro Terme e Terra del Sole; Gabriele Fratto, presidente della Provincia di Forlì Cesena; Stefano Passiatore, sindaco di Dicomano; Giancallisto Mazzolini, Accademia Degli Incamminati di Modigliana. Quindi sabato 28 marzo 2020 (ore 9,30) il convegno con il seguente programma; saluti delle autorità; relazioni: Pier Luigi Farolfi, storico e saggista, Giuseppina Carla Romby, Università di Firtenze, Susanna Rontani, Archivio di Stato di Firenze; Antonio Zaccaria, storico e saggista. Introduce e modera Alessandro Minardi, presidente del Coordinamento Nazionale delle Associazioni Risorgimentali. La mostra rimarrà aperta dal prossimo 29 febbraio al 22 aprile 2020 con ingresso libero.

Dato che siamo in tema della Terra del Sole e dei Comuni che hanno usufruito del Passo del Muraglione e tanta antichissima storia di questo territorio, vedi Dicomano e San Godenzo, per poi passare a San Benedetto in Alpe, Portico di Romagna, Rocca San Casciano, Dovadola e Terra del Sole Castrocaro Terme, l’anno prossimo sarà il 700° Anniversario della morte di Dante Alighieri, che in quelle terre era di….casa dopo la fuga in esilio da Firenze, per morire poi ed essere seppellito a Ravenna, siamo venuti a conoscenza che alcuni comuni hanno già predisposto per tempo alcuni eventi e variegate manifestazioni, visto e considerato la presenza di Dante in quei luoghi, che rese immortali l’Acquacheta, Monte Falterona, Portico di Romagna e San Benedetto in Alpe e naturalmente San Godenzo con la sua splendida Abbazia.

Mi si dice che ci sono stati già contatti con gli Enti Istituzionali unitamente a diversi personaggi storici del territorio, (San Godenzo ha già predisposto, fra gli altri eventi, anche un annullo postale), così anche Marradi, come a suo tempo ci assicurò il sindaco Triberti. Già che siamo in tema, ricordiamo che Dante, come la storia ci racconta e come hanno scritto grandi storici del Mugello (vedi Giuseppe Maria Brocchi, don Lino Chini, Francesco Niccolai e non per ultimo Piero Bargellini), si rifugiò anche nell’allora Fortezza di Santa Maria a Pulicciano sopra Ronta di Mugello, quindi pensiamo che anche l’amministrazione comunale di Borgo San Lorenzo, possa rientrare a pieno diritto per questo eccezionale evento storico. Nel nostro piccolo, ci eravamo completamente dimenticati che nel nostro archivio avevamo un rarissimo e copioso catalogo, stampato a cura dell’amministrazione comunale di Ravenna nel 1870, quando furono rinvenute le ossa di Dante a Ravenna, con la perfetta ricopiatura della data e delle parole impresse nella cassetta ossario. Ma di questo sarà motivo di ulteriori articoli, quando verrà stilato il primo programma, anche se non definitivo, dei comuni sopracitati.

Lascia il tuo commento
commenti