Addio a Cesare, storico edicolante di Sieci: il ricordo di due lettrici

Cronaca
visibility1854 - martedì 14 settembre 2021
di Martina Stratini
Più informazioni su
Giornale quotidiano
Giornale quotidiano © Pixabay

È venuto a mancare improvvisamente domenica 12 settembre Cesare Vaggelli, storico edicolante di Sieci e persona amata e ben voluta da tutto il paese. Per molti anni Cesare ha tenuto in piedi insieme al figlio Maurizio l'edicola di Piazza Albizzi a Sieci, nel centro del piccolo paese (poi ceduta al momento della pensione al nuovo titolare, ndr). Una vita incentrata attorno ai figli e ai nipoti.

Un legame grande con Via Pier Capponi a Sieci dove ha vissuto da sempre con la moglie e dove ha lasciato un ricordo indelebile in ognuno delle persone che grazie a quella via lo hanno conosciuto. Proprio come le nostre lettrici Valentina e Arianna che hanno deciso di ricordarlo tramite Ok!Valdisieve. 

"Che dire di Cesare è stato lo storico giornalaio delle Sieci chi di noi non è passato dalla sua edicola … è stato il perno e il centro della nostra via .. la sua voce si sentiva nella strada ci mancherà .. come ci mancherà vederlo seduto a prendere il fresco davanti casa con tutto il suo gruppetto ..insomma per noi che siamo cresciute nella via insieme a Alice ( la figlia) era un istituzione .. come adesso per i nipoti.. questo vuol essere un ricordo sincero per il marito, il padre, il nonno .. ma anche per la bella persona sempre disponibile ad un piacere o a scambiare qualche battuta .. sulla Fiorentina o qualsiasi altro argomento! Riposa in pace Cesare ovunque tu sia ..", ricorda Valentina. 

E poi, invece, Arianna: "... Vi voglio raccontare di una via, una via delle sieci speciale ,una di quelle vie dove non abitano compaesani qualunque ma persone che si conoscono da 60 anni. In questa via sono cresciuti figli nipoti bisnipoti... E ieri è successo quello che non avremmo mai voluto.... Il centro è il perno di questo posto ci ha lasciato. Ci ha lasciato in maniera strana.... Nel silenzio. Cesare ci mancherà, ci mancherà sentire la sua voce in mezzo alla strada mentre saluta anche il gatto,ci mancherà vederlo a giro con la sua bicicletta e ci mancherà non vederlo seduto davanti a casa a prendere il fresco con gli amici di una vita. Cesare in quella via rappresentava un po' il babbo e il nonno di tutti, da noi amiche della sua figlia ai nipoti .impossibile poi non ricordarlo nella sua edicola ,sempre pronto e disponibile."

Lascia il tuo commento
commenti