Abbattimento alberi, denunciato un dipendente del Comune di Pontassieve

Cronaca
visibility3123 - lunedì 02 agosto 2021
di Martina Stratini
Più informazioni su
Forestale
Forestale © N.c.

I militari della Stazione CC Forestale di Rufina hanno eseguito nei giorni scorsi degli accertamenti in merito all’abbattimento di tre piante di tiglio in via Doccio nella località Santa Brigida a Pontassieve.

Le piante di circa 60-65 anni di bell’aspetto ed in buono stato di salute sono state tagliate per risistemare un muretto di contenimento. Al taglio aveva dato autorizzazione un dipendente comunale di Pontassieve.

Dalle risultanze investigative è emerso che, trattandosi di strada storica, l’alberatura stradale è tutelata dal vincolo previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, pertanto l’abbattimento delle piante poteva effettuarsi solo previo rilascio dell’autorizzazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Firenze. Tale autorizzazione non era avvenuta. Il dipendente del Comune di Pontassieve è stato quindi denunciato per violazione del Codice Urbani che punisce “chiunque senza autorizzazione demolisce, rimuove, modifica, restaura ovvero esegue opere di qualunque genere sui beni culturali”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • gioacchino bergamo ha scritto il 02 agosto 2021 alle 15:26 :

    Una buona notizia! Auguriamoci ora che i responsabili di tali atti paghino duramente per i loro gesti, e che analoghe indagini vengano proseguite per risalire ai responsabili del taglio ingiustificato, dei tanti (troppi) alberi che per tanti anni hanno abbellito la strada principale di Santa Brigida, e che impunemente sono stati abbattuti. Sarebbe interessante anche sapere, CHI ha fatto domanda al "solerte" tecnico del comune di Pontassieve per chiedere l'abbattimento degli alberi, e per quale motivo? In passato, degli alberi in perfetto stato di salute, sono stati tagliati per facilitare l'accesso con l'auto nel proprio garage, perché le foglie (ma solo in autunno) sporcavano davanti a casa o perché alcuni alberi, addirittura intasavano con proprie foglie il canale delle acque. Rispondi a gioacchino bergamo

    Marinella Rossi ha scritto il 03 agosto 2021 alle 20:20 :

    Bisogna evitare che si ripetino questi eventi e fare in modo di verificare prima anche perché ci vorranno altri 65 anni prima che gli alberi ricrescono e chissà se sarà uguale a prima Rispondi a Marinella Rossi

    Agostino ha scritto il 03 agosto 2021 alle 07:35 :

    Belle parole ma peccato che stesse cadendo il muro di retta della strada a causa delle radici degli alberi. Ho visto comunque che è stato fatto L aiuola per il reimpiantò che dà informazioni di vicini mi dicono verranno messi a ottobre Se non fanno in comune non ci va bene, se fanno non ci va bene ma ripigliamoci … Rispondi a Agostino