Tamponi rapidi gratuiti, a Pontassieve si aggiunge all'elenco una seconda farmacia: come prenotarsi

Cronaca
visibility528 - lunedì 03 maggio 2021
di Martina Stratini
Più informazioni su
Test antigenico rapido Covid - 19
Test antigenico rapido Covid - 19 © Medakit Ltd on Unsplashj

Da martedì 4 maggio anche alla farmacia Comunale di Piazza del Vivo a Pontassieve sarà possibile effettuare il tampone rapido o il test sierologico. E’ previsto un tampone rapido al mese gratuito per il personale scolastico, gli studenti e i loro familiari e conviventi. Per tutti gli altri sarà a pagamento.

I tamponi saranno eseguiti il martedì e il giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 12 previa  prenotazione da effettuarsi sull’agenda online all’indirizzo https://agenda.ucvv.it/Prenota_Test_Covid_Pontassieve/ I test – che daranno risposta rapida, entro circa 15 minuti – saranno eseguiti, nel rispetto dei protocolli in vigore, da personale della Confraternita di Misericordia e della Croce Azzurra di Pontassieve in un gazebo allestito in piazza Del Vivo.

Tale opportunità è resa possibile grazie all’accordo fra farmacie pubbliche e private e la Regione Toscana.

A Pontassieve la possibilità di effettuare i tamponi rapidi è già attiva alla farmacia GRB di Piazza Cairoli. 

Elenco dettagliato delle categorie a cui è riservato un tampone gratuito al mese    

• scolari e studenti (0-18 anni) e maggiorenni se frequentanti scuola secondaria superiore;   

  • relativi genitori, anche se separati e/o non conviventi e tutori/affidatari;      • relative sorelle/fratelli;   

  • altri familiari conviventi di scolari/studenti;     

• nonna/nonno non convivente di scolari/studenti;    

• studenti universitari anche se frequentanti Università fuori regione;  

  • studenti dei percorsi di IeFP (Istruzione e Formazione Professionale);   

  • personale scolastico delle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi 0-3 anni;    

• personale degli enti di formazione professionale che erogano i percorsi di IeF. Lo screening è su base volontaria.

 I maggiorenni potranno accedere al servizio tramite un’autocertificazione, i minorenni potranno accedere allo screening dietro consenso del genitore, del tutore o di un affidatario.

Lascia il tuo commento
commenti