La denuncia

Le Iene: al Mandela vaccini sottobanco a parenti e amici? ASL replica alle accuse

Cronaca
visibility184 - mercoledì 10 marzo 2021
di Redazione Ok!Valdisieve
Più informazioni su
vaccini agli ultraottantenni
vaccini agli ultraottantenni © Katja Fuhlert da Pixabay

Ad innescare la bomba è stato il programma le iene: al Mandela Forum di Firenze le dosi di vaccini avanzate al termine della giornata vengono iniettate a parenti e amici di medici e infermieri o addirittura gettate via.

 "Purtroppo le fiale sono avanzate quindi se vuole vaccinarsi io la vaccino subito volentieri. Una domenica mattina alcuni non si sono presentati, allora ho telefonato al mio figliolo, l'ho preso al volo e gliel'ho fatto. Prima di buttare via 30 dosi se ne buttano 27"

Questa la confessione, riportata anche dalla Repubblica, fatta da un operatore sanitario ignaro di essere ripreso al consigliere di Fratelli d'Italia Francesco Torselli, presentatosi li con la scusa di voler analizzare il funzionamento del sistema. Dalle ricostruzioni è emerso che telefonate a parenti e amici sarebbero accadute più volte.

"Se tutto questo venisse confermato sarebbe inaccettabile e gravissimo e i responsabili dovranno essere sanzionati, ne ho parlato con Asl, questore e prefetto" ha detto il sindaco Dario Nardella. Rassicura invece Marco Nerattini, direttore della Società della salute: "Non ci risulta che mai alcuna dose sia stata gettata. Se avznano dosi telefoniamo a categorie già inserite nel piano. Faremo però tutte le verifiche, abbiamo già avviato i controlli".

La replica di Asl Toscana Centro al servizio di Le Iene

"Da quanto sin qui verificato da parte dell’Asl Toscana Centro non sono emerse anomalie nel sistema organizzativo delle vaccinazioni erogate presso l’HUB Mandela di Firenze. L’argomento è stato occasione questa mattina anche di un incontro con i NAS di Firenze.

Dal giorno di inizio delle vaccinazioni fino a ieri sera 8 marzo presso l’HUB Mandela sono state somministrate 17 dosi di vaccino in più rispetto a quelle ricevute. Risulta pertanto non veritiero che dosi residue di vaccino vengano gettate via. Ad oggi infatti sono state complessivamente erogate 17.607 vaccinazioni in prima dose, 16.379 di vaccino AstraZeneca e 1.228 di vaccino Moderna.
Le 17 dosi in più sono state ottenute grazie all’utilizzo, in alcuni casi, dell’undicesima dose estratta dalle fiale multidose del vaccino, possibilità esplicitata dall’AIFA solo pochi giorni fa.

<>


La gestione delle fiale è particolarmente attenta e puntuale, anche ai fini di evitare spreco di dosi di vaccino, in quanto, le fiale in parte utilizzate non possono, al termine della seduta vaccinale, essere rinviate al giorno successivo. A tale scopo viene quindi effettuato un attento monitoraggio sul loro impiego ed in particolare nella fase conclusiva della seduta vaccinale.
Presso l’HUB Mandela sono attualmente presenti 20 box vaccinazione ma fino ad ora, a causa della scarsa disponibilità dei vaccini, ne sono stati utilizzati al massimo 12. Ogni box viene rifornito di un fiala di vaccino per volta, sostituita con fiala piena previa restituzione del “vuoto”. Negli ultimi 60-90 minuti, al fine di evitare apertura di fiale che potrebbero non essere usate completamente, nei box non ne vengono consegnate di ulteriori fiale, ma singole dosi di volta in volta, già caricate nelle siringhe così da evitare ogni spreco. Questo permette un controllo in tempo reale sull’attività.

L’azienda sanitaria precisa inoltre che il tracciamento delle dosi vaccini viene effettuato attraverso il portale di prevenzione collettiva (SISPC) che prevede la registrazione di  ogni prestazione effettuata e la movimentazione delle giacenze. Pertanto tutto è rigorosamente tracciato. L’obiettivo è quello di non sprecare dosi preziose.

A tal fine l’Azienda ha dato disposizione, come previsto da indicazioni regionali, in caso di dosi residue, di somministrarle alle categorie ammesse alla vaccinazione (Associazioni di Volontariato, Protezione Civile, personale scolastico e Forze dell’Ordine) e che sono presenti all’interno delle liste di “riserva”. Da queste categorie è possibile reclutare “last minute” persone , che siano in grado di raggiungere l’HUB Mandela Forum entro il tempo massimo di un’ora."

Lascia il tuo commento
commenti