Figline e Incisa, una iniziativa online contro la violenza sulle donne a cura di giovani attori

Appuntamento sui canali Facebook e Youtube del Comune

Attualità
visibility146 - venerdì 20 novembre 2020
di Matteo Chelli
Più informazioni su
Violenza sulle donne
Violenza sulle donne © Tumisu da Pixabay

Mercoledì 25 novembre ricorrerà la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Per l’occasione, il Comune di Figline e Incisa Valdarno promuoverà online un’iniziativa nata per essere messa in scena offline.

“L’idea – spiega l’assessore alla Cultura Francesca Farini – era quella di realizzare, coinvolgendo giovani dai 15 ai 22 anni, dei flashmob davanti agli Istituti superiori del territorio, per sensibilizzarli al tema della violenza sulle donne. Dal momento che però la pandemia non lo rende possibile, utilizzeremo le riprese di quella stessa perfomance teatrale per proporre lo stesso spettacolo online, sui nostri canali istituzionali”.

L’appuntamento è fissato il 25 novembre alle ore 19,30 sulla pagina Facebook del Comune (www.facebook.com/comunefiglineincisa/) e su quella Youtube (http://bit.ly/canaleYoutubeFIV), per assistere a “Donne del mito e donne di oggi”. 7 minuti di video, realizzato dal Servizio Cultura e Marketing territoriale del Comune di Figline e Incisa Valdarno, che vede protagonisti 15 giovani attori del laboratorio “Si fa Teatro” dell’associazione Agita, vincitori di più edizioni della rassegna comunale (che premia le produzioni giovanili) “Alchimie”.

Sono loro ( Eva Barlazzi, Matilde Carlini, Azzurra Cuomo, Gea Franchini, Dora Froeba, Gabriele Gonnelli, Pietro Lapi, Silvia Lombardi, Nazir Maman, Vincenzo Morelli, Ciro Ponzalli, Elia Salemme, Marta Terracciano, Alice Torricelli, Filippo Zaccari) ad aver lavorato sugli stereotipi di genere, ispirandosi al “De rerum natura” di Lucrezio e a fatti di cronaca e realizzando la drammaturgia a cura di Miriam Bardini e Patrizia Mazzoni, che sarà online sui canali social comunali a partire da mercoledì. La rappresentazione ruota intorno alla figura femminile che, dalla mitologia greca all’attualità, è vittima di violenze, che si verificano principalmente tra le mura domestiche.

“Un tema – commenta la sindaca Giulia Mugnai – purtroppo ancora oggi di stringente attualità, di cui troviamo triste testimonianza anche sul nostro territorio. A questo proposito, oltre a modificare la messa in scena di questa performance di sensibilizzazione, l’emergenza sanitaria ci ha imposto di rimandare ai prossimi mesi altre due iniziative a tema, promosse da alcune associazioni del territorio e che ringrazio per la sensibilità dimostrata. Una di queste riguarda la realizzazione di una panchina rossa nel giardino di Villa Campori, a Incisa, da dedicare ad Alessandra Barluzzi, giovane concittadina uccisa nel 2001 dal suo ex fidanzato. L’altra è un’installazione permanente, che troverà collocazione a Figline, davanti al Cimitero della Misericordia".

Lascia il tuo commento
commenti