Covid-19, Figline e Incisa Valdarno. Il punto sulla situazione delle scuole

Il commento della Sindaca Mugnai

Attualità
visibility470 - lunedì 26 ottobre 2020
di Matteo Chelli
Più informazioni su
Scuola
Scuola © Juraj Varga da Pixabay

Di fronte all'aumento repentino dei casi di Covid19 anche sul territorio comunale di Figline e Incisa Valdarno, dove ieri si sono registrati 11 casi su un totale di attualmente positivi pari a 124 residenti, la Sindaca Mugnai ha fatto il punto della situazione nelle scuole.

“In generale il sistema ha retto, grazie al lungo lavoro di backstage del personale scolastico e agli interventi straordinari richiesti al Comune – spiega la Sindaca -. Al momento, nei nostri nidi, l’attività educativa è stata interrotta in una sola classe, quella dei piccoli (fino a 14 mesi dunque) del nido Il Trenino di Figline, che nei prossimi giorni terminerà il suo periodo di quarantena e che non ha portato criticità nelle altre classi, dal momento che i bambini sono divisi in gruppi bolla e non hanno mai contatti tra loro.

Fino a fine settimana, inoltre, resteranno in quarantena anche gli alunni di una classe della primaria di Incisa e di una classe della primaria Del Puglia di Figline. Attivata, invece, per decisione del Dirigente scolastico, la didattica a distanza per l’intera scuola primaria San Biagio dove, in seguito alla positività di alcune insegnanti, si è preferito adottare la massima cautela nei confronti dei bambini.

Quanto alle scuole superiori, anche l’Istituto Vasari di Figline sta lavorando per rispondere alle prescrizioni contenute nell’ultimo DPCM, che invita a far ricorso massiccio alla didattica a distanza. Al momento, in quell’Istituto, in seguito ad alcuni casi di positività accertati, sono circa 90 i ragazzi di 4 classi posti in isolamento domiciliare”.

Infine, un appello ai propri concittadini.

“Come Amministrazione comunale – conclude – stiamo portando avanti tutte le attività di prevenzione possibili per supportare la tenuta del sistema sanitario, che anche in Toscana è in sofferenza. Per questo, invito i cittadini a evitare gli spostamenti non indispensabili e a rispettare, sempre, le tre regole di base: indossare la mascherina, sempre; mantenere la distanza di sicurezza; igienizzarsi o lavarsi spesso le mani. Invito tutti, inoltre, in particolare le categorie a rischio, a contattare il proprio medico curante e a richiedere il vaccino antinfluenzale e ricordo che, per i residenti positivi o posti in isolamento domiciliare che non hanno una rete familiare di supporto sul territorio, abbiamo attivato il numero 0559125800. I nostri dipendenti comunali rispondono in orario di ufficio per accogliere richieste legate a bisogni di prima necessità, come fare la spesa o acquistare medicinali.”
Lascia il tuo commento
commenti