OK!Valdisieve

Valdisieve, circa cinquanta i "furbetti del reddito di cittadinanza" scovati. Giannelli (FDI): "Plauso all'Arma. Direzione giusta"

Le dichiarazioni di Giampaolo Giannelli (FDI) dopo gli ultimi denunciati a Rufina per percezione illecita del reddito di cittadinanza

Abbonati subito
  • 304
Soldi Soldi © Pixabay
Font +:
Stampa Commenta

Quasi 300mila euro. Questo l'ammontare dell'ennesimo intervento legato alla indebita percezione del reddito di cittadinanza in Valdisieve. Sono perora ben 46 le persone, solo in Valdisieve, che hanno percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto. Undici nuovi denunciati solo ieri a Rufina. 

In merito alla questione si è espresso il portavoce Fratelli d'Italia Pontassieve Giampaolo Giannelli:

"Una truffa a vasto raggio scoperta dai Carabinieri della Compagnia di Pontassieve, comandati dal tenente Colonnello Giancarlo Caporaso. Un plauso ai militari dell'Arma, che negli ultimi tempi stanno svolgendo egregiamente il proprio lavoro, facendo emergere un giro ogni volta più vasto di percezione indebita, con conseguente danno nei confronti dello Stato.

Solo l’ultima operazione in ordine di tempo dei militari della Stazione di Rufina - che hanno lavorato in collaborazione con i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Firenze - ha portato alla denuncia in stato di libertà di undici persone.

E' lecito presupporre che le indagini andranno avanti e che la direzione intrapresa sia sul fronte dei controlli sia sul versante di una modifica strutturale del R.d.C. da parte del governo Meloni, è quella giusta. I numeri parlano da soli e le truffe continuamente scoperte in tutta Italia ceritificano come il reddito di cittadinanza sia solo una delle tante mostruosità partorite dal governo Conte e che cosi com'è non può e non deve essere assolutamente mantenuto."

Lascia un commento
stai rispondendo a