OK!Valdisieve

Ciclo di incontri "La Primavera dei Maestri", sulle orme di "Le ragazze di Barbiana": la presentazione a Santa Brigida

Atteso un altro degli incontri di La Primavera dei maestri, il ciclo di incontri dedicati alla scuola che stanno coinvolgendo Pontassieve e le sue frazioni

Abbonati subito
  • 158
Le ragazze di Barbiana Le ragazze di Barbiana © n.c.
Font +:
Stampa Commenta

Sabato 6 aprile alle ore 17 il circolo Arci di Santa Brigida ospiterà la presentazione del libro “La ragazze di Barbiana” di Sandra Passerotti. Il volume raccoglie le testimonianze delle figure femminili che agirono a diverso titolo nella scuola di Barbiana e dà voce alle ex allieve di don Lorenzo ma anche alle altre donne che svolsero un ruolo importante a Barbiana.

Si tratta di un altro degli incontri di La Primavera dei maestri, il ciclo di incontri dedicati alla scuola che stanno coinvolgendo Pontassieve e le sue frazioni (Molino del Piano, Santa Brigida, Pontassieve, Montebonello, Sieci e Doccia), a partire dal mese di marzo e che si protrarranno fino a  maggio. Sei appuntamenti sulle orme di Don Lorenzo Milani, Maria Maltoni e Sara Cerrini Melauri, personaggi profondamente legati alla provincia di Firenze, che hanno innovato e rivoluzionato l’insegnamento concependolo come strumento essenziale di inclusione e formazione di cittadini più consapevoli e emancipati, volto al miglioramento della società.

Dopo l'appuntamento del 24 marzo scorso al circolo Arci la Torretta di Molino del Piano, con il confronto fra le Scuole di Barbiana e Doccia e gli interventi di Sandra Gesualdi, Gianna Borghini e Mara Fiesolani, dell’Associazione “Il paese sulla collina – Sara Cerrini”, un nuovo appuntamento avrà luogo a Santa Brigida.  Sandra Passerotti è la moglie di un ex-allievo di don Milani, ha conosciuto il Priore anche attraverso i racconti e la storia personale del marito, purtroppo mancato. E' portando la sua testimonianza in una scuola che una ragazza le chiese se la scuola di Barbiana fosse stata una scuola maschile, se non ci fossero bambine...

Lascia un commento
stai rispondendo a