OK!Valdisieve

Autovelox Scopeti, Maida: "L'autovelox è stato installato dopo un incidente in cui ha perso la vita un 16enne. Chi lo ritiene illeggittimo ricorra al Giudice di Pace"

Il Sindaco di Rufina risponde alle accuse di RufinaCheVerrà in merito all'illegittimità dell'autovelox sulla Ss67 a Scopeti

  • 2
  • 630
Autovelox a Scopeti ss67 Autovelox a Scopeti ss67 © Vito Maida
Font +:
Stampa Commenta

Arriva la risposta del Sindaco di Rufina Vito Maida in merito alla questione dell'autovelox sulla SS67 nel tratto della frazione di Scopeti.

RufinaCheVerrà ha presentato nello scorso Consiglio Comunale di Rufina una mozione, bocciata dalla maggioranza, per la rimozione dell'autovelox e la richiesta di aumento del limite di velocità nel tratto a 70 km/h. Come abbiamo scritto precedentemente, secondo il gruppo ci sarebbero state continue segnalazioni di multe nel tratto citato e per questo servirebbero soluzioni. 

Queste le parole del Sindaco:

"Essere Sindaco di un comune è la più bella esperienza di vita,ma significa prendersi molte responsabilità e avere anche la capacità di ricevere tante critiche e voglio essere sincero fino in fondo: se un autovelox serve a provocare meno incidenti e obbligare i "velocisti" a rallentare, io penso di aver fatto il mio dovere.

Siamo tutti consapevoli del momento economico difficile che stiamo vivendo e nessuno, sottolineo nessuno, vuole mettere le mani nella tasche dei cittadini e fare cassa magari per finanziare feste, fuochi di artificio o qualche altra sciocchezza che si legge sui social, ma vi chiedo di aiutare me e voi stessi, rispettando le regole e rispettando i limiti di velocità.

Veniamo all' Autovelox esistente degli Scopeti,( diritta di piano)NESSUN NUOVO DISPOSITIVO( quante inesattezze). Ricordo ai più che l'autovelox è stato installato con decreto prefettizio a seguito di una petizione popolare, dopo un incidente mortale di un ragazzo di 16 anni che la percorreva in bicicletta, per un sorpasso azzardato di un "velocista". Nel decreto il Prefetto indicava che la postazione (il casottino e non il rilevatore di velocità) andava collocata sul lato destro direzione Dicomano (anche perché a guardar bene dall'altra parte lo spazio non c'era). Con ordinanza di ANAS si stabiliva il limite di velocità ( dal km 105 al Km 109)da Masseto a Scopeti e su tutta la carreggiata stradale a 50km orari, e non due velocità differenti (andata verso Scopeti 50 km orari, ritorno verso Rufina senza limiti ) soluzione fantasiosa proposta da fenomeni con la toga,come se la strada da un verso è pericolosa dall'altro no ... decidiamoci una volta per tutte,la strada è pericolosa oppure non è pericolosa. Basterebbe rispettare i limiti di velocità per non vedersi sanzionare.

Il rilevatore di velocità è segnalato da ormai 10 anni chi ritiene che la postazione sia illegittima,avrebbe e può ricorrere al Giudice di pace oltre al Prefetto che ha autorizzato l'installazione. 

Le inesattezze sono tante: 

  1. Ricordo che la strada è di proprietà di ANAS e che il Prefetto ha deciso la collocazione della postazione e che i vigili controllano il rispetto delle disposizioni.
  2. I proventi del codice della strada vanno utilizzati sulla sicurezza stradale e tanto per essere chiari, feste, manifestazioni, fuochi di artificio,medicine e tante altre fantasie che si vuole fare credere ai cittadini da esperti di amministrazione pubblica,NON SI POSSONO FINANZIARE ( lo prevede la legge un piccolo particolare).
    Non si fa cassa per le luci di natale per essere ancora più chiari,lo dico soprattutto a chi ancora non ha ancora capito come funziona il bilancio del comune,meno male che avevano studiato……..

Dal mio punto di vista la SS67, che attraversa Rufina, è pericolosa. Da quando sono Sindaco sono molti gli incidenti e molti cittadini, soprattutto nelle frazioni di Scopeti, Masseto, Casini e anche nel capoluogo,mi hanno chiesto di attivarmi per una maggiore sicurezza stradale, ( Il mio impegno va in questa direzione)la mattina ci sono fenomeni velocisti che sorpassano come sul circuito del mugello, e molti hanno chiesto l'installazione di nuovi autovelox, magari gli stessi che oggi chiedono di levare quello di Scopeti ma solo nella direzione di Rufina ... proprio li dove c'è un insediamento abitativo importante e dove sarà installata una fermata del TPL per consentire il trasporto dei bambini a scuola e ai turisti di raggiungere le strutture ricettive che sono presenti,oltre che garantire ai cittadini residenti in quel tratto di strada di poter prendere i mezzi pubblici in sicurezza.

 Nelle prossime settimane d’accordo con la Prefettura e Anas il velomatic sarà installato anche a Masseto nella postazione già autorizzata, dopo il Bigozzi, dove ricordo a tutti ci sono stati tantissimi incidenti mortali,ogni tanto un po’ di memoria non farebbe male.

Inoltre vorrei sottolineare a scanso di equivoci che le telecamere istallate servono per verificare la regolarità  nella copertura assicurativa e per la revisione del veicolo ( tantissimi non pagano l’assicurazione e di conseguenza se dovessero provocare un incidente nessuno pagherà i danni provocati).

Trovo sconcertante che chi accusa l'amministrazione di voler fare cassa e mettere le mani nelle tasche dei cittadini, accusandoci anche di qualcosa di più grave e indicibile (basta ascoltare le dichiarazioni dell'ultimo consiglio comunale)oppure leggere comunicati stampa a dir poco senza senso , poi all'atto del Bilancio di questi anni ,contenente più di cento mila euro di buoni spesa, o la riduzione della tari del 55% ...(solo per fare alcuni esempi)voti contrario ... …METTETEVI d'accordo o siete i paladini dei cittadini e dei lavoratori sempre,oppure siete i paladini a giorni alterni.

Infine la tutela e la sicurezza dei cittadini,dei ciclisti,dei motociclisti,dei ragazzi che vanno a scuola,viene prima di tutto,e come Sindaco ho la responsabilità di tutelare tutti i cittadini,un’altro piccolo particolare.

Spero davvero di essere stato sufficientemente chiaro a spiegare come stanno realmente le cose.
Infine sempre a disposizione dei cittadini per ulteriori chiarimenti."

Lascia un commento
stai rispondendo a

Commenti 2
  • gori maurizio

    Dal vizio esposto dall'Avv. Claudio Tarchiani non ci sono dubbi che il ricorso potrà essere vinto per violazione di Legge. Dobbiamo fare ricorso in massa al Giudice di pace contro questo abuso che non c'entra niente con la sicurezza stradale. Infatti, in quel tratto di strada non si sono più verificati episodi tali da trasformare le caratteristiche della postazione, all'insaputa dei cittadini . Faccio presente che in caso di vincita tutte le spese sostenute saranno rimborsate.

    rispondi a gori maurizio
    ven 28 ottobre 2022 04:00
  • Claudio Tarchiani

    Con l’ordinanza n. 12309/19, la Corte di Cassazione ha chiarito, con un’argomentazione a contrario, che non è illegittimo il fatto che il rilevatore di velocità intercetti anche una vettura che transita sul contrapposto senso di marcia. Il Supremo Giudice ha anche precisato che non è necessario che il prefetto specifichi sul provvedimento autorizzatorio dell’installazione in quale lato della strada debba essere collocato il macchinario. Tuttavia, se nel decreto prefettizio si precisa il senso di marcia interessato dalla rilevazione dell’autovelox (ad esempio il lato destro), non sarà possibile accertare la violazione commessa sulla corsia opposta. Nel caso dell'autovelox degli Scopeti il decreto prefettizio del 2012 autorizza la postazione fissa al km.109,00 lato dx loc. Arrighetti, dir. Muraglione. Traete voi le conclusioni.

    rispondi a Claudio Tarchiani
    mer 26 ottobre 2022 07:17